L’alopecia nelle donne

Posted on 26 October, 2018 by Giampaolo Floris in Alopecia Androgenetica

L’alopecia nelle donne

In quest’articolo abbiamo parlato delle varie tipologie di alopecia.
Oggi ci concentriamo su quella che colpisce prevalentemente il sesso femminile e parliamo di alopecia nelle donne.

Come si manifesta l’alopecia nelle donne?

In primo luogo l’alopecia nelle donne comporta una consistente perdita di capelli, che diventano più radi su tutto il cuoio capelluto, diciamo in modo omogeneo, a differenza di ciò che accade per gli uomini, in cui parte prima una stempiatura o il classico effetto a coroncina nella nuca.
Tale fenomeno si accompagna spesso a stati di stress o d’ansia, ovvero ad uno stato emozionale alterato, dovuto proprio alla perdita dei capelli.
L’alopecia nelle donne si manifesta secondo 3 diverse tipologie: alopecia areata, alopecia androgenetica e alopecia seborroica.

Scopri come si manifesta l'alopecia nelle donne

L’alopecia nelle donne

Tipologie di alopecia nelle donne

Alopecia areata
Questo tipo di alopecia colpisce tutti, non solo le donne, è una forma su base autoimmune. In pratica il sistema immunitario attacca i follicoli piliferi e ne causa la caduta.
Si manifesta spesso con la comparsa di chiazze e afferisce a diverse parti del corpo: ciglia, sopracciglia, pube ecc…
A seconda dell’estensione si può ulteriormente suddividere tra quella a “macchia di leopardo” e quella totale, che coinvolge tutti i peli del corpo.
Alopecia androgenetica
Si tratta delle forma più diffusa che può colpire fino al 50% delle donne.
In questo caso si assiste ad un assottigliamento dei capelli, causato da una progressiva sensibilità dei follicoli agli ormoni androgeni.
Tale aumento di sensibilità dipende da un enzima prodotto dalle cellule follicolari, che può trasformare il testosterone in di-idrotestosterone, il tanto famigerato DHT. Questo causa la riduzione del follicolo.
Alopecia Seborroica
Questo tipo di alopecia è dovuta ad un’eccessiva produzione di sebo, che può causare diradamento e accelerare la caduta dei capelli. Normalmente si avverte prurito accompagnato dalla presenza di forfora grassa.
Questa tipologia è correlata a quella androgenetica, dato che il DHT è responsabile della produzione di sebo.

Scopri in cosa consiste l'alopecia nelle donne_stadi

L’alopecia nelle donne_stadi

Cause di alopecia nelle donne

Come abbiamo già avuto modo di specificare, l’alopecia areata, a differenza delle altre due, è una malattia autoimmune, le cui cause specifiche non sono ancora meglio definite.
Per il momento si affacciano all’orizzonte solo ipotesi, come ad esempio la correlazione tra questa e altre patologie autoimmuni, quali celiachia, lupus, tiroiditi e dermatiti.
La ricerca sulle cause dell’alopecia androgenetica nelle donne ci porta a dire con una certa evidenza che ci sia un coinvolgimento di diversi geni, ovvero di una mutazione del gene AR.
Questo mutamento causa per l’appunto un incremento dell’attività svolta dall’ormone DHT.
Gli studi in tal senso comunque proseguono.
Mentre su quella seborroica la causa principale è dovuta all’aumento di sebo sul cuoio capelluto.
Oltre a questo bisogna inoltre considerare altri fattori concomitanti, anche transitorie, dovute quindi ad un’alimentazione carente o a scompensi ormonali.
Tra questi comunque vale la pena citarne alcuni:
– Carenza di ferro
il ferro è presente nel nostro organismo come proteina che lo ingloba, la ferritina. La sua carenza concorre alla produzione di radicali liberi che invecchiano i follicoli del cuoio capelluto e generano l’alopecia.
– Gravidanza
Durante la gravidanza la prima fase del ciclo di vita del capello, quello della crescita, nota anche come anagen, viene prolungata e ha come risultato un aumento percentuale dei capelli fino al 10%.
Dopo il parto questa favorevole tendenza perde terreno e molti capelli passano velocemente alla fase telogen.
– Disfunzioni della tiroide
Potrebbe esserci una correlazione evidente le disfunzioni della tiroide e la caduta dei capelli nelle donne.
Se si individua il problema per tempo non si verificano effetti irreversibile, a fronte invece di alterazioni tiroidea per tempi lunghisi può arrivare all’atrofiadi alcune delle unità follicolari.
– Interventi chirurgici
In casi di interventi chirurgici con anestesia totale e/o ingente assunzioni di farmaci, si possono verificare casi importanti di diradamento. Quando l’organismo torna al suo equilibrio generalmente la caduta si arresta in modo naturale e in alcuni casi i capelli non ricrescono folti come prima.
– Menopausa
In questa fase della vita si ha normalmente una diminuzione di ormoni femminili e diversi studi dimostrano come in questa fase molte donne siano soggette ad alopecia androgenetica.
– Fattori ereditari
sebbene sia possibile una certa familiarità che porta all’alopecia, altri casi mostrano il contrario, quindi la presenza effettiva di fattori ereditari è da chiarire.

Rimedi per curare l’alopecia nelle donne

La medicina non ufficiale offre diversi rimedi per curare il problema dell’alopecia.
Naturalmente molte di queste non sono riconosciute in termini medici e per avere un altro tipo di consulto occorre rivolgersi ad un medico o un tricologo.
Dunque oggi prendiamo in esame i fitoterapici e gli oli essenziali per uso topico.
Ovvero oli da utilizzare direttamente sul cuoio capelluto, che vanno quindi frizionati e massaggiati.
L’olio di rosmarino
È assolutamente consigliato in quanto conferisce una piacevole sensazione di freschezza e riduce la degenerazione del tessuto.
L’aloe vera
Ne abbiamo parlato varie volte, ma vale la pena ritornarci.
Questa pianta ha proprietà antinfiammatorie, antibatteriche, è ricca di vitamine e favorisce la proliferazione cellulare.
Nella cura della calvizie si usa per via topica, sotto forma di gel da applicare direttamente sulla cute o da mescolare alla shampoo.
Torneremo sull’argomento con una rosa più ampia di rimedi naturali e non.

In conclusione
L’alopecia può diventare un problema invalidante, dato che affligge anche lo stato piscologico ed emotivo delle persone. Se vuoi saperne di più sulla salute del capello ti consiglio di iscriverti al nostro video corso introduttivo, visita finedellacalvizie.it e troverai il programma completo.

Share Button

Posted by Giampaolo Floris

Nato a Desulo, in Sardegna nel 1972, ho iniziato a studiare ed a ricercare nel campo della caduta dei capelli nei primi anni 90, per poter essere in grado di fermare il diradamento dei miei stessi capelli, che inizió in quel periodo. Bloccai la caduta permanentemente verso la fine del 1993, e da quell'anno continuai gli studi e le sperimentazioni indipendenti sulla calvizie, che sono culminate nel 2009 con il release del Full Program to stop hair loss di Endhairloss.eu, tradotto anche in italiano col nome: il programma completo di finedellacalvizie.it per fermare la caduta dei capelli. Da quel giorno migliaia di persone sono riuscite a migliorare le condizioni di salute del loro cuoio capelluto ed a fermare la caduta dei capelli grazie al Programma Completo. Nel nostro sito principale (Finedellacalvizie.it) troverai parecchie testimonianze anche sui commenti di facebook ( quindi reali e ricollegabili a persone vere e proprie).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *