Come curare la dermatite seborroica.

Dermatite Seborroica: come curarla.

La dermatite seborroica è una patologia della pelle che colpisce principalmente il cuoio capelluto, alcune parti del viso, della testa ed il petto.

I sintomi sono:

  • Cute infiammata;
  • Prurito;
  • Forfora in eccesso, accompagnata da incrostazioni;
  • Pelle arrossata e un diffuso dolore ai follicoli capillari.

Ci sono varie discussioni a livello scientifico, riguardo alle cause di questa patologia, come la presenza di funghi della pelle e cattive condizioni igieniche del cuoio capelluto.

la dermatite seborroica e' legata allo stress

La dermatite seborroica accompagna spesso la caduta dei capelli, e non é molto estetica.

Per quanto ció sia vero, le vere cause della dermatite seborroica vanno cercate in altri fattori importanti:

  • Il continuo ricambio di cellule da parte della nostra cute (e cuoio capelluto);
  • La produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee;
  • Il fatto che la dermatite si manifesti solo dove si riscontra la presenza di tali ghiandole.

Per vari motivi, riconducibili a stress ambientale, diete sbagliate e squilibri ormonali (legati talvolta ai vari periodi della nostra vita come adolescenza o menopausa per esempio), le ghiandole sebacee vanno incontro ad irritazione, iniziando a produrre una quantità eccessiva (o anche carente) di sebo. Ciò provoca un aumento del ricambio cellulare, infatti le cellule non riescono a completare il loro ciclo vitale e si staccano anzitempo, per far posto alle nuove già pronte.

Questo fenomeno determina desquamazioni della cute e, nel caso dei capelli, del cuoio capelluto.

A questo punto le cellule morte che son venute fuori, iniziano ad amalgamarsi con il sebo in eccesso, causando  quelle brutte desquamazioni ed  arrossamento che caratterizzano la dermatite seborroica.

Lo stress ha molto a che fare con l’origine, anche se non diretta, di questa patologia, che spesso accompagna la caduta dei capelli.

Stress e caduta capelli

Lo stress è una della cause principali della dermatite seborroica.

Infatti gli ormoni dello stress prodotti dalle ghiandole surrenali, come il cortisolo e l’adrenalina, funzionano da
vasocostrittori, cioè concorrono a far restringere i capillari nelle zone periferiche del nostro corpo.

Il sangue, non potendo raggiungere la parte alta del cuoio capelluto (di ciò si parla in maniera approfondita nel primo video introduttivo del programma completo di Finedellacalvizie.it) non riesce a nutrire i follicoli nè a combattere le infezioni, dal momento che questo è il compito dei globuli bianchi.

In tali malsane condizioni abbiamo anche il proliferare di micro organismi dannosi per il cuoio capelluto e per  la salute dei follicoli e del corretto funzionamento delle ghiandole sebacee.

Infatti tali “animaletti” che normalmente abitano il cuoio capelluto, proliferano con l’aumento del sebo, dal momento che se ne cibano.

Il peggio è che con il loro micro metabolismo, tali parassiti trasformano il sebo in acidi grassi altamente irritanti per le ghiandole sebacee, che producono ancora più sebo.

Quando si soffre di dermatite seborroica, la prima cosa da fare é consultare un buon dermatologo.

Non c’è comunque niente di male ad informarsi su come tale situazione può essere curata, anche con il fai da te.

Io consiglio di:

  • Evitare i cibi contenenti acidi grassi saturi;
  • Usare shampoo biologici e senza ingredienti aggressivi e irritanti per il cuoio capelluto e le ghiandole sebacee;
  • Usare uno shampoo al ketoconazolo per combattere il proliferare dei parassiti da sebo;
  • Evitare di grattarsi per via dell’eccessivo prurito;
  • Considerare di usare uno shampoo fatto in casa con il bicarbonato di sodio: un eccellente antiparassitario
    naturale;
  • Condurre una vita più regolare per evitare stress eccessivo, cui la dermatite, come abbiamo visto, è collegata.
Biokap caduta capelli

Il Biokap per capelli grassi: un ottimo esempio di shampoo biologico.

Questi sono i principali rimedi; devo necessariamente aggiungere che alcuni individui riescono ad affievolire  questa patologia così spesso legata all’alopecia androgenetica, usando degli shampoo allo zinco piritone ed al solfuro di selenio.

Seguendo i dettami di questo post, dovresti essere in grado di sconfiggere la dermatite con successo.

Un altro post parlerá ed analizzerá più a fondo, uno per uno, i prodotti da usare e gli shampoo meglio indicati.

By Giampaolo Floris

Aggiornamento

Come questo ragazzo ha risolto la dermatite seborroica secca e squamosa

Questo é uno dei commenti che sono stati lasciati oggi 30 dicembre 2014 nel nostro sito principale (finedellacalvizie.it), ed
ho pensato che potrebbe essere utile ad alcuni di voi.

Leggetelo e se soffrite dello stesso problema del ragazzo in questione, beh pare che lui abbia risolto la condizione, quindi…

“Ciao Giampaolo,
ho visto questa sera alla visione della prima lezione del tuo video corso.
ho trovato sicuramente molti similitudini con il mio problema…soffro di a. androgenetica e 10 anni fa, mi sono sotto posto ad un intervento di autotrapianto monobulbare che mi ha dato dei risultati veramente buoni.

Purtroppo, da qualche anno a questa parte, si stanno ripresentando i fenomeni di perdita aerata sia nella zona del vertex che in quella frontale.
Ho sofferto per anni di dermatite seborrooica (secca squamosa e noiosissima!) che fortunatamente sono riuscito a sconfiggere solo pochi mesi fa, grazie all’utilizzo in maniera costante di alcuni shampoo come l’Evitrex (1 volta alla settimanasett) e il Sabal, associati a alle mousse come per esempio il Trosyd e l’Olux.

I risultati sono arrivati solo dopo poche settimane di uso, eliminando quasi improvvisamente qualsiasi forma di prurito o di esquamazione del cuoio capelluto, anzi posso dire che ora la qualità del mio cuoio capelluto è pressochè perfetta.
Attendo l’arrivo della seconda lezione per capire come/se risolvere il mio problema.
un saluto”

 

Share Button