L’olio neem contro la forfora

Posted on 19 April, 2019 by Giampaolo Floris in Integratore Capelli

L’olio neem contro la forfora

In quest’articolo abbiamo parlato della relazione tra la salute dei follicoli e gli integratori per capelli.
Oggi invece vediamo da vicino un altro argomento che riguarda la salute della nostra chioma, ovvvero come usare l’olio neem contro la forfora.

L’olio di Neem è un olio vegetale estratto dai frutti e dai semi dell’albero di neem. L’olio di Neem è altamente efficace nel trattamento della forfora. Questo meraviglioso olio rende il cuoio capelluto liscio. Il prurito provocato dalla forfora che si avverte sul cuoio capelluto può quindi essere curato con l’applicazione di olio di neem.
Non bisogna infatti dimenticare che le sostanze chimiche aggressive presenti in shampoo e balsami per trattare la forfora possono peggiorare la condizione. Quindi, fai attenzione durante l’utilizzo di qualsiasi shampoo / balsamo a base chimica per il trattamento della forfora. L’olio neem contro la forfora un’opzione molto più sicura!

Come usare l’olio neem contro la forfora

Ecco alcuni suggerimenti

1. Lava i capelli correttamente
Applica una manciata di aceto di sidro di mele sul cuoio capelluto. Lascialo agire per un minuto o due. Risciacqua e asciuga parzialmente i capelli. Quindi applica una piccola quantità di olio di neem sul cuoio capelluto e successivamente tampona i capelli con un asciugamano pulito.

2. Fai uno shampoo casalingo
Procedura
Aggiungi 1/2 cucchiaino di olio di neem nella tua normale confezione di shampoo. Agita delicatamente la bottiglia per mescolare gli ingredienti. Applica questo shampoo una volta alla settimana per ottenere i migliori risultati.

3. Diluisci il prodotto con altre tipologie d’olio
L’olio di neem concentrato può essere troppo forte per il cuoio capelluto. Prova a mescolarlo con altri oli come l’olio di cocco, l’olio d’oliva o l’olio di jojoba prima di applicarlo sul cuoio capelluto.

4. Provalo direttamente sul cuoio capelluto
È possibile applicare olio di neem poco concentrato direttamente sul cuoio capelluto. Ricorda di fare lo shampoo i capelli dopo circa un’ora dall’applicazione.

Scopri come usare  L'olio di Neem contro la forfora


L’olio di Neem contro la forfora

5. Usalo insieme all’olio d’oliva
Procedura:
Mescola un cucchiaio di olio di neem e un cucchiaio di olio d’oliva.
Applicalo sul cuoio capelluto e aggiungine anche qualche goccia sullo shampoo che farai dopo circa dopo 20 minuti. La miscela è anche un buon balsamo per capelli. In tal caso ricorda di risciacquare

6. Per lenire i pruriti
Mescolare olio di neem, tea tree oil e olio di basilico in quantità uguali. Applicare la miscela sul cuoio capelluto. Questo olio è adatto a tutti i tipi di capelli e la miscela va lasciata riposare per almeno 30 minuti.

7. Per lenire i pruriti e purificare il cuoio capelluto
Mescola olio di rosmarino, tea tree oil e olio di neem in proporzioni uguali. Applicalo sul tuo cuoio capelluto. Lascia riposare per almeno 2 ore, dopo di che fai lo shampoo.

8. Per la crescita dei capelli e per curare la forfora
L’olio di Neem favorisce la crescita dei capelli. Mescola poche gocce di olio di neem, poche foglie di basilico, 1 cucchiaino di bhringaraj, 1 cucchiaino di shikakai e 1 cucchiaino di polvere di fieno greco in una ciotola pulita. Applicalo su tutto il cuoio capelluto e i capelli. Lavalo dopo poche ore. Questa pasta ha proprietà anti-fungine e anti-batteriche. Questa miscela aiuta a curare la forfora e le radici dei capelli nutrienti.

9. Per le infezioni del cuoio capelluto
Mescola olio di neem e scorza di limone in una ciotola pulita. L’olio di neem è efficace nel trattamento delle infezioni del cuoio capelluto. L’uso regolare di questa soluzione mantiene il cuoio capelluto sano e privo di forfora. Anche la buccia di limone aiuta a prevenire le infezioni del cuoio capelluto e mantiene anche i capelli sani. Questa soluzione non è appiccicosa e idrata anche i capelli dal profondo.

10. Usalo con lo yogurt
Mescola poche gocce di olio di neem e 1 tazza di yogurt. Applica questa pasta sul cuoio capelluto e capelli. Lavalo dopo 20 minuti. Questa pasta funziona alla grande nel trattamento del prurito del cuoio capelluto.

Adesso voglio darti alcune importanti informazioni sull’olio di Neem e qualche simpatica curiosità:
– Conservalo in un luogo fresco e asciutto.
– Tienilo lontano dalla luce solare diretta.
– Non refrigerare l’olio di neem.
– Si consiglia di eseguire un patch test prima di applicare olio di neem sul cuoio capelluto.
Questo è il modo in cui puoi usare l’olio di neem per prevenire e ridurre la forfora!

– L’olio di neem può essere utilizzato per proteggere i cereali e legumi immagazzinati.
– È anche usato come un insetticida efficace.

In conclusione

Conoscere i vari segreti naturali per la cura dei capelli è certamente importante, sapere come usare l’olio neem contro la forfora è uno fra questi. Se vuoi essere avere maggiori informazioni sulla salute del capello e su come bloccare la caduta in modo permanente ti consiglio di iscriverti al nostro video corso introduttivo, visita finedellacalvizie.it e troverai il programma completo.

Grazie per l’attenzione!

Share Button

Posted by Giampaolo Floris

Nato a Desulo, in Sardegna nel 1972, ho iniziato a studiare ed a ricercare nel campo della caduta dei capelli nei primi anni 90, per poter essere in grado di fermare il diradamento dei miei stessi capelli, che inizió in quel periodo. Bloccai la caduta permanentemente verso la fine del 1993, e da quell'anno continuai gli studi e le sperimentazioni indipendenti sulla calvizie, che sono culminate nel 2009 con il release del Full Program to stop hair loss di Endhairloss.eu, tradotto anche in italiano col nome: il programma completo di finedellacalvizie.it per fermare la caduta dei capelli. Da quel giorno migliaia di persone sono riuscite a migliorare le condizioni di salute del loro cuoio capelluto ed a fermare la caduta dei capelli grazie al Programma Completo. Nel nostro sito principale (Finedellacalvizie.it) troverai parecchie testimonianze anche sui commenti di facebook ( quindi reali e ricollegabili a persone vere e proprie).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *