Alopecia infantile: cause e possibili rimedi

Alopecia infantile: cause e possibili rimedi

In quest’articolo abbiamo parlato delle diverse tipologie di alopecia, un disturbo che può colpire indistintamente sia uomini che donne. Oggi approfondiamo invece il tema dell’Alopecia infantile: cause e possibili rimedi.

Per iniziare: che tipo di ciclo vitale ha il capello?
Bè possiamo distinguere 3 fasi:
• Anagen: o fase di crescita
• Catagen: o fase di involuzione, (ha una durata di 3 settimane circa)
• Telogen: o fase di riposo, il capello resta attaccato per circa  2 o 3 mesi  e poi cade.

Subito dopo riparte un nuovo ciclo dalla fase di anagen.

Si potrebbe pensare che il problema della caduta dei capelli si manifesti solo in età adulta, ma non è così.  Diversi dati indicano che alcuni disturbi tricologici si possono manifestare già in età neonatale.

Cosa significa questo?
Significa che durante i primi 2-3 mesi di età, in un 1 neonato su 5 è possibile riscontrare una forma di alopecia soprattutto per quanto riguarda la zona occipitale

Leggi di più su l'Alopecia infantile: cause e possibili rimedi

Alopecia infantile: cause e possibili rimedi

Per diverso tempo si è collegato questo disturbo  all’azione meccanica del cuscino, come se il neonato perdesse i capelli, per eccessivo sfregamento.
In seguito altri studi, nonché le esperienze vissute dalle mamme in prima persona hanno rivelato che i neonati potevano riscontrare questo tipo di alopecia anche se dormivano in altre posizioni.
In fase di gestazione, durante la gravidanza,  i capelli si trovano nella fase attiva (anagen), e arrivano alla fase di quiescenza (telogen) in prossimità del parto. Non stupisce quindi che i neonati perdano i capelli dopo qualche mese e  lo sfregamento sul cuscino accelera solo il processo, ma non è la causa.

 

 


Alopecia infantile: cause e possibili rimedi. Come individuarli?

Quando si verifica un’eccessiva perdita di capelli in età infantile le cause più frequenti possono essere:
– l’abitudine a fissare il capello con code troppo strette, che hanno effetti traumatico sul capello e sul cuoio capelluto;
– le infezioni da funghi (tinea capitis) in cui sono presenti chiazze di alopecia con presenza di capelli spezzati;
– la tricotillomania: ovvero quell’abitudine che molti bambini (e anche adulti) hanno di tirarsi i capelli i maniera compulsiva e inconsapevole, in tal modo si creano chiazze sul cuoio capelluto;
– l’alopecia areata (da malattia autoimmune) con chiazze completamente prive di capelli;
– il telogen effluvium da causa acuta (quali ad esempio malattia improvvisa, intervento chirurgico, febbre alta, terapia farmacologica selvaggia ecc…).
In questo caso un gran numero di capelli passa molto rapidamente alla seconda fase del ciclo di vita (telogen) e distanza di qualche mese si ha una perdita di capelli considerevole.

Qualunque sia la causa è sempre consigliabile far valutare il caso dal proprio pediatra o da uno specialista dermatologo pediatrico.

Alopecia infantile: cause e possibili rimedi. Come può aiutarci una corretta alimentazione?

Di sicuro minerali quali ferro, zinco, rame e aminoacidi come la cisteina possono favorire la crescita e la buona salute del capello. Il capello infatti è principalmente costituto da proteine che contengono una buona quantità di aminoacidi; 2 di questi sono essenziali: la cisteina e la lisina. Si tratta di aminoacidi che non possono essere sintetizzati dal nostro organismo e devono quindi devono essere introdotti dall’esterno, con l’alimentazione.
Per ciò che riguarda i minerali invece i più importanti per la buona salute del capello sono:
– il ferro: presente soprattutto in carne e legumi. Serve per promuove la proliferazione del follicolo pilifero e ha una funzione attiva anche nell’ossigenazione del cuoio capelluto;
– lo zinco: presente soprattutto in semi di zucca, mandorle, fagioli, ceci e  quinoa, rafforza il capello perchè agisce direttamente sulla cellula germinativa;
–  lo zolfo: presente in uova, pesce, legumi e verdure è importante per la produzione di cheratina;
–  il magnesio: presente in cereali integrali, frutta secca, spinaci, bieta, banane agisce sulla crescita del capello e aiuta il metabolismo della melanina;
– il rame: presente in fegato, pesce, cereali, frutta secca e patate, è importante nella sintesi della melanina.

In conclusione
L’alopecia infantile può essere un fastidioso disturbo che in buoni casi può essere curato, non dimenticare mai rivolgerti ad uno specialista.
In generale se cerchi un rimedio definitivo ti consiglio di iscriverti al nostro video corso introduttivo su come fermare il diradamento dei capelli, visita finedellacalvizie.it e troverai il programma completo.

Grazie per l’attenzione!

Share Button

Posted by Giampaolo Floris

Nato a Desulo, in Sardegna nel 1972, ho iniziato a studiare ed a ricercare nel campo della caduta dei capelli nei primi anni 90, per poter essere in grado di fermare il diradamento dei miei stessi capelli, che inizió in quel periodo. Bloccai la caduta permanentemente verso la fine del 1993, e da quell'anno continuai gli studi e le sperimentazioni indipendenti sulla calvizie, che sono culminate nel 2009 con il release del Full Program to stop hair loss di Endhairloss.eu, tradotto anche in italiano col nome: il programma completo di finedellacalvizie.it per fermare la caduta dei capelli. Da quel giorno migliaia di persone sono riuscite a migliorare le condizioni di salute del loro cuoio capelluto ed a fermare la caduta dei capelli grazie al Programma Completo. Nel nostro sito principale (Finedellacalvizie.it) troverai parecchie testimonianze anche sui commenti di facebook ( quindi reali e ricollegabili a persone vere e proprie).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *